Unboxing: Barrage – espansione quinto giocatore e pack sostitutivo

Forse avete presente Barrage, lo splendido gioco di Battista e Luciani protagonista di un famigerato Kickstarter. Le proteste seguite alla ricezione dei materiali da parte dei backers hanno raggiunto una intensità tale da convincere l’editore Cranio ad indire una nuova campagna di crowdfunding in cui, assieme all’espansione per il quinto giocatore, questi forniva dei materiali sostitutivi ai sostenitori della precedente campagna che non avessero voglia di prendere le manine e raddrizzare le ruote. Sia l’espansione sia i materiali sostitutivi sono finalmente arrivati ai backers, fra cui il nostro Simone, che ci racconta come è andata.

Di Simone Colognese

Vi presentiamo la nuova espansione per il quinto giocatore di Barrage, edita da Cranio Creations. Finanziata con il “Kickstarter di riparazione”, insieme ai componenti di ricambio per i backers della prima campagna, quest’espansione introduce, come detto inizialmente, la possibilità di aumentare fino a 5 il numero di giocatori. I componenti, contenuti nella busta che vedrete tra poco, sono utilizzabili anche in partite a 4 giocatori ed è indispensabile l’espansione “The Leeghwater Project” per poter giocare in 5, data la presenza in questa espansione delle componenti per il quinto personaggio.

Packaging in puro stile “Congiura dei pazzi”, diciamo “al risparmio” per essere eleganti. Ogni istante che passa cresce l’ansia di vedere qualcosa di danneggiato via via che si avvicina l’apertura…
Nella foto troviamo davanti il regolamento della modalità solitario mentre dietro il regolamento dell’espansione su un foglio A4. L’espansione per il quinto giocatore integra nuovi componenti e un nuovo setup. Le maggiori differenze si intravedono nell’aggiunta della nuova plancia azione, dalle tessere contratto da aggiungere alle rispettive pile durante la preparazione e dalla nuova mappa di gioco. Le dighe neutrali invece verranno piazzate casualmente senza l’ausilio delle tessere inizio.
La nuova mappa presenta molti più bacini,soprattutto in collina, e un numero più alto di condotte. Come prima impressione, sembra che sia maggiore l’effetto dato dall’interazione tra un piazzamento e l’altro, inoltre la pianificazione del piazzamento stesso ha un’importanza maggiore proprio per i tipi e il numero di collegamenti presenti. Di conseguenza, mi viene da pensare che questa nuova mappa sia stata progettata per giocatori esperti e con varie partite al gioco base sulle spalle. In caso contrario prevedo un’ulteriore dilatazione dei tempi di gioco data dalla possibile paralisi d’analisi.
Fustelle varie contenenti i nuovi ufficiali esecutivi rigorosamente solo in inglese… e i nuovi elementi dell’espansione quali contratti, monete, un nuovo edificio e una track dell’ordine di turno.
I nuovi contratti: uno iniziale e tre per colore da aggiungere alle rispettive pile durante il setup.
La nuova plancia azione da aggiungere al resto degli edifici. Nella parte superiore i giocatori che piazzano i loro ingegneri possono scegliere una delle quattro azioni indicate. Nella parte inferiore è possibile attivare una produzione di energia. A prima vista noto che la strettezza del gioco si sentirà ugualmente data la scarsità di risorse presenti nelle azioni superiori. Questa plancia si piazzerà accanto al tracciato energia solo nelle partite a 5 giocatori.
I nuovi ufficiali esecutivi: il Dr. Octavius (citazione molto figa che certamente un appassionato di fumetti come me non disdegna affatto) permette di usare una propria centrale per attivare una produzione di energia acquisendo le gocce d’acqua da due diverse dighe collegate, dighe che devono essere di proprietà del giocatore e/o neutrali. Wu Fang invece ha a disposizione uno spazio azione personale. Piazzando un proprio ingegnere è possibile produrre una quantità di energia data dal numero di gocce presenti nelle proprie dighe senza che queste vengano mosse. E’ possibile soddisfare contratti e avanzare sul tracciato dell’energia ma non è possibile avere bonus di nessun genere con quest’azione.
Le famigerate ruote sostitutive. E’ presente una quinta per l’aumento del numero di giocatori.
Segnalini vari: le gocce sostitutive e i nuovi macchinari dati dall’espansione e dall’add-on acquistato con il mio pledge.

L’ansia si sentiva ma per fortuna, almeno questa volta, posso dire che mi è andata bene. La qualità dei componenti è pressoché la stessa della scatola base, con magari qualche piccolo difetto: ad esempio, la mia quinta rotella presenta un difetto nell’ingranaggio, oppure i macchinari hanno una colorazione più chiara rispetto a quelli del gioco originale… ma sono errori da poco, se comparati a quelli precedenti. Errori che spero non ricapitino più, ma alcuni post e testimonianze di conoscenti mi fanno pensare il contrario. Al momento in cui sto scrivendo questo articolo, Cranio ha reso noto che sarà possibile ordinare quest’espansione come add-on nella campagna kickstarter di Maharaja. Per cui se siete intenzionati a recuperarla, con magari anche le ruote in legno, questa potrebbe essere un’opportunità. In conclusione spero di intavolare l’espansione il più presto possibile per poi andare alla ricerca di un organizer in grado di contenere tutto quello che è uscito di questo stupendo gioco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *